Raddoppio ferrovia. Chi sono gli espropriati a Pescia

Rfi – Rete Ferroviaria Italiana ha depositato il progetto definitivo relativo al raddoppio della tratta tra le stazioni di Pescia e Lucca. Si tratta di un progetto importante che coinvolge, solo a Pescia, 37 proprietà di terreni nei pressi della tratta ferroviaria. Il Comune di Pescia ha organizzato per lunedì 25 febbraio alle ore 19 in Palagio una riunione con i soggetti espropriati. “Ognuno è invitato a partecipare con un proprio geometra di fiducia -ha detto il sindaco Giurlani-. All’incontro parteciperanno i rappresentanti di alcune associazioni di categoria e i tecnici del Comune di Pescia”. La volontà di Giurlani è “mettersi a fianco dei cittadini interessanti e garantire loro assistenza, forza istituzionale e coordinamento”.

I soggetti oggetto di esproprio sono: Andreani Alessandro, Andreani Piero, Pollastrini Maria, Angeli Giuseppe, Baldi Marisa, Martini Stefano, Basile Francesco, Calce Teresa, Battaglini Lia, Romoli Giovanni, famiglia Bendinelli Cristian, Bottai Maria Luisa, D’Amaddio Andrea, D’Amaddio Giovanna, Bulleri Fabio, Bulleri Francesco, Celli Stefano, Cerchiai Paolo, Cerchiai Roberta, Ulivieri Asmara, Cervone Vittoria Loredana, Guarino Domenico, Coli Licia, Lazzerini Giancarlo, Contarino Caterina, D’Amaddio Giustina, Di Stasio Cinzia, Varga Eusebio, Ducceschi Emanuela, Franchi Spartaco, Gentilini Sergio, Marongiu Matteo, Marongiu Simone, famiglia Massei, Mazzoni Graziano, Mazzoni Lucia, Nenci Anna Maria, Neri Fernando, Orzari Fabio, Orzari Francesco, Orzari Graziano, Panattoni Maria Dina, Panattoni Renzo Emilio, Panattoni Santina, Pellegrini Ubaldo, Ranieri Alessia, Ranieri Silvio, Romoli Giovanni, Rosadoni Marco, Rosadoni  Miriana, Tintori Paola, Ventra Eleonora, Tosi Innocenti Bianca, Ventra Marco.