Problema impianti sportivi a Pescia? Da Sanremo un’idea geniale

L’idea risale ad almeno 5 anni fa, quando la giunta sanremese di allora decise di sfruttare gli ampi spazi del mercato dei fiori di Valle Armea per farne palestre pubbliche di cui la città ha “fame” da molto tempo.
“Non c’è bisogno di altro cemento -fu detto-, basta utilizzare una fetta della grande struttura attrezzandola secondo le necessità”. Ed ecco, dunque, che da allora per Sanremo il problema della carenza di impianti sportivi è superato. Lì, su un’area totale di quasi 120mila metri quadrati, hanno trovato spazio campi da basket, volley e calcetto con annessi spogliatoi. Stando alla rassegna stampa recuperata qua e là, la spesa per adattare gli spazi è stata decisamente contenuta e l’area per le contrattazioni non ha subito alcun disagio.

Insomma, c’è spazio per tutti, commercianti, produttori di fiori e giovani sportivi. Sfuggono i motivi per cui l’attuale giunta, che tanto ha fatto per acquisire la proprietà del mercato dei Fiori di via D’Acquisto non abbia in mente di progettare, tra i tanti progetti avviati, anche uno simile a quello di Sanremo. Da decenni si parla di un utilizzo polifunzionale della struttura, millantando di volta in volta improbabili concerti di star famose o fiere internazionali. L’idea di adeguarla invece ad aree per la pratica dello sport ci pare azzeccata e risolverebbe un sacco di problemi.