Dalla Banca 22 termoscanner per i bambini dei centri estivi

Banca di Pescia e Cascina ha acquistato 22 termoscanner ed altri dispositivi di protezione individuale come gel e mascherine per consentire l’accesso in tutta sicurezza ai bambini che partecipano ai centri didattici estivi organizzati dai comuni di Pescia, Buggiano, Uzzano e Chiesina Uzzanese.

I termoscanner consentono l’accertamento della temperatura corporea a distanza, rilevata ogni mattina ai bambini ed agli operatori dei centri.

“Si tratta di un progetto pregevole –ha detto il presidente della banca Franco Papini-, educativo, culturale e didattico che consente ai bambini di dare continuità al proprio percorso scolastico bruscamente interrotto dall’emergenza epidemiologica”.

“I corsi, o “camp”, si svolgono all’interno o nei pressi degli istituti scolastici dove il giovane studente va a scuola durante l’anno -ha detto Daniele Natali, presidente della cooperativa Selva, capofila del progetto-. Le attività si svolgono dal lunedì al venerdì. Ogni settimana sono previste uscite esterne in piscina, con gite sul territorio, al mare per i più grandi”.

A Pescia sono “aperte” le aule della scuola di Valchiusa, infanzia, primaria e  secondaria.

Le iscrizioni sono ancora aperte e la partecipazione è gratuita.