Il 10 luglio diventa Festa Comunale, quasi come un patrono

In tanti hanno partecipato alla festa per il primo “compleanno” della giunta Giurlani. Giurlani fu eletto lo scorso giugno con l’affermazione al ballottaggio e il 62% dei suffragi.
La serata è stata organizzata dal gruppo di maggioranza Pescia Cambia a Villa Vezzani. “Dopo un anno trascorso intensamente, con tante cose fatte, centinaia di persone incontrate -ha detto Giurlani- possiamo fermarci per un momento a festeggiare. Una celebrazione che nasce dal grande consenso e calore che ci hanno mostrato i pesciatini lo scorso anno e che noi abbiamo cercato di onorare impegnandoci al massimo per il territorio e i suoi abitanti. Lo scorso anno, prima del ballottaggio, mentre il mio avversario dichiarò che la prima cosa che avrebbe fatto sarebbe stato costituirsi parte civile per la questione che mi riguarda, io dissi che avremmo lavorato senza sosta per migliorare la città, partendo dalle piccole cose per arrivare a sbloccare grandi questioni come i parcheggi o l’ex-mercato dei fiori. A distanza di un anno noi abbiamo tenuto fede alle promesse fatte, gli altri hanno continuato a lavorare per denigrare a livello personale tutti noi. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Tutti i profeti di sventura o i denigratori di professione non sono riusciti né riusciranno a farci desistere dalla nostra missione di lavorare per la città e la sua crescita”.
Giurlani ha anche proposto che il 10 luglio di ogni anno si faccia una festa dell’amministrazione comunale e, contestualmente, si faccia un bilancio delle cose fatte e quelle da fare. “Un modo per dire ai pesciatini -ha chiuso il sindaco Giurlani- che vogliamo continuare a essere trasparenti e coerenti fino in fondo”.