Michela, la donna che vive in camper. L’appello di Casapound

Pronta risposta quella di CasaPound al disperato appello lanciato da parte di Michela, donna che con soli 280 euro di pensione si trova costretta a vivere in un camper in un parcheggio della città.

I militanti di Casapound, accompagnati dal consigliere comunale Giacomo Melosi, sono andati a trovarla potendo constatare le precarie condizioni in cui vive. “Niente riscaldamento, nessuna possibilità di scaldarsi il cibo, una piccola lampadina insufficiente ad illuminare l’abitacolo, sono condizioni in cui nessuna persona dovrebbe vivere”, dichiara CPI in una nota “ci siamo già attivati per aiutare Michela e nei prossimi giorni provvederemo sia a far sistemare il camper in una area attrezzata che a cercare tramite gli uffici dei servizi sociali a trovarle una decente sistemazione”.