Un pesciatino e un rumeno agli arresti domiciliari

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri ella stazione di Pescia hanno rintracciato due pregiudicati del posto, nei cui confronti il tribunale di sorveglianza di Firenze ha emesse due ordini di esecuzione perché entrambi sono stati condannati a due anni di detenzione domiciliare per altrettanti e distinti episodi. Il primo, M.C.C., cittadino rumeno di 40anni, per furto aggravato e continuato, il secondo A.D.C., 26enne originario e residente a Pescia, per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.