Pescia “Plastic Free”. La proposta di Marco Ardis

Marco Ardis di Movimento 5 Stelle propone una serie di interventi per limitare l’uso e la dispersione della plastica. “Pescia diventi un Comune “Plastic Free” -ha detto-. L’amministrazione comunale ha già intrapreso un percorso volto alla riduzione dei rifiuti con l’avvio della raccolta differenziata porta a porta in alcune zone ed ha di recente aderito alla campagna di Legambiente “puliamo il mondo”.

Ma c’è altro da fare. “Ad esempio: divieto di uso della plastica monouso negli uffici comunali comprese le sale conferenze pubbliche e le scuole comunali”. E poi graduale e progressivo divieto dell’uso di materiali plastici non compostabili per le attività ristorative e ricettive del territorio o le sagre. “Sostituire anche i cestini per i rifiuti attualmente presenti sul territorio comunale con contenitori adeguati alla raccolta differenziata e non come quelli recentemente acquistati dall’amministrazione Giurlani dotati di un unico vano per la raccolta dei rifiuti, pertanto non adeguati alla raccolta differenziata”.