Cesare, maestro indimenticato.

Domenica 14 ottobre ha avuto luogo l’inaugurazione del “campo sportivo “sussidiario” di via Mentana intitolato a Cesare Brunelli, “Cesarino”.

Una bella cornice di pubblico ha fatto da contorno ad una giornata di festa indimenticabile, alla cui riuscita hanno contribuito in maniera determinante le famiglie dei giovani calciatori rossoneri. Con Alessandro Lucherini, presidente dell’Usd Pescia a fare gli onori di casa, c’erano il Sindaco Giurlani, l’assessore Bellandi, il Vescovo S. E. Monsignor Roberto Filippini, il presidente del consiglio regionale della Toscana Giani, il vice presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia Palchetti, il presidente del consiglio comunale Brizzi, il comandante Carabinieri Marraccini, il consigliere del comitato regionale FIGC Riccomi e il delegato provinciale FIGC D’Ambrosio, il direttore generale di Banca di Pescia e Cascina Giusti.

Presenti anche Cristina Brunelli, accompagnata dalla figlia Laura e della nipotina Anna, ed una folta rappresentanza de “I ragazzi di Cesare” i quali hanno fornito la lapide commemorativa e la struttura di sostegno.

Significativo il testo dell’iscrizione, formulato dagli stessi ragazzi: “Cesare Brunelli (12/10/1931-29/08/2017) Maestro indimenticato di sport e di calcio, per oltre quarant’anni ha dedicato il Suo impegno instancabile di educatore ai giovani affinché iniziassero a realizzare il proprio progetto di vita per diventare bravi calciatori nell’immediato ed uomini nel futuro”. E’ seguita una esibizione sul campo di giovani calciatori rossoneri e degli esordienti anno 2007 della A.C. Fiorentina.