Come smaltire gli eccessi alimentari? Verdure di stagione e proteine di qualità

Il luccicante e festoso periodo natalizio è ormai alle spalle ed il più comune dei propositi “ormai dopo le feste” aspetta inesorabile di essere adempito.

Agli albori del fitness quando la coscienza sportiva non era ancora così radicata nella nostra cultura, i mesi che seguivano le feste erano implacabili. Cronometri di maratone estenuanti per raggiungere la tanto agognata forma fisica, vere e proprie corse contro il tempo per arrivare a sfoggiare, sulle temute spiagge, corpi il più possibile vicini all’ideale di perfezione, stereotipi da copertina di magazine…
Inevitabile adesso sentirsi addosso qualche chilo estraneo, iniziamo a correggere l’alimentazione eccessiva che caratterizza il dodicesimo mese dell’anno. Il carrello della spesa non dovrà contenere che verdure di stagione, proteine di qualità e carboidrati complessi, da assumere sempre con attenzione e moderazione.

Il movimento dovrà prevedere una componente aerobica, ben riproducibile in palestra, la quale non solo ci permetterà di smaltire ma ci consentirà pure un’ottimale produzione di endorfine, utili a sedare un insano appetito da zuccheri. “Impatto”. “PHA” e “Ginnastica militare” non sono solo nomi strani ma bensì risposte concrete Meeting al raggiungimento dello star bene.
Oggi fortunatamente la pratica sportiva è entrata a tutti gli effetti in quell’insieme di fattori che determinano uno stato di salute ottimale, aprendo le braccia non solo ai cultori del corpo, ma ad ogni individuo che aspirando all’armonia di un fisico allenato, ricercano sempre più una condizione psico fisica ottimale, immettendo il moto come attività quotidiana durante tutto l’anno, e non più solo come un obbligo da espletare con estrema fatica nei mesi antecedenti la bella stagione, solo per poter indossare dignitosamente un costume da bagno…
Il fitness è ormai superato, anche come termine, diventa altresì parte integrante della nostra vita investire in salute,ed è per questo che concludo dicendo che i prossimi mesi serviranno solo a proseguire con lo stesso entusiasmo ciò che ci rende felici fare sempre…muoversi!

Federico Cavallacci, personal trainer Meeting Club dal 1999