Rinvio a giudizio. Tutti contro Giurlani

“Se Giurlani avesse avuto un po’ di rispetto per i pesciatini non si sarebbe nemmeno candidato, ma la realtà è che sia lui che i suoi sodali erano preparati a questa eventualità e quindi nutre purtroppo false speranze chi invoca le pur sacrosante dimissioni del sindaco o la sfiducia della sua stessa maggioranza”. E’ la convinzione di Giacomo Melosi consigliere comunale di Casapound.

Per Oliviero Franceschi e il consigliere regionale Luciana Bartolini di Lega, “Il reato contestato è tra i più rilevanti ed odiosi per un amministratore di cose pubbliche. Nell’interesse della comunità di Pescia è, a questo punto, fondamentale che venga dissipato ogni dubbio in merito al fatto che il Sindaco possa aver indebitamente intascato centinaia di migliaia di euro di fondi pubblici.” “E’ un fatto così grave che è tanto insopportabile vedere Giurlani vestire il tricolore in occasione di prossime ricorrenze, tipo quella dei caduti per la Patria e se ciò non costituisca un insulto per quanti, nella nostra città, dettero la vita per gli ideali di libertà e dignità”.