Una “stanza degli abbracci” al San Domenico per gli auguri di Natale

Le chiamano “stanza degli abbracci“. Un locale con al centro una parete trasparente in plastica ed un velo morbido dotato di maniche per l’inserimento delle braccia.

E’ quanto potrebbe venir installato nei giorni precedenti il Natale alla residenza per anziani San Domenico per consentire visite e abbracci in sicurezza degli ospiti da parte dei loro familiari. “Aspettiamo prima che siano consolidati i numeri della pandemia -ha detto il presidente Ilaria Camarlinghi-. Qualora il numero dei contagi dovesse tendere al ribasso e dalla Regione Toscana arrivassero aperture in merito, siamo pronti ad organizzarla”.

Il San Domenico, che durante la “prima ondata” della pandemia pianse diverse morti, ad oggi risulta no-Covid. “Sta evidentemente funzionando la linea di condotta adottata sin dai primissimi giorni della “seconda ondata”.

Per entrare nella “stanza degli abbracci”, i parenti dovranno attendere il proprio turno all’esterno e osservare un rigido protocollo di igiene e sicurezza. Verranno poi ammessi a piccoli gruppi per poter stringere di nuovo le mani dei loro cari, che in questi mesi di solitudine e di distacco, dovuti all’emergenza coronavirus, hanno tanto bisogno di sentirsi meno soli.