Pescia avrà una strada intitolata ai Martiri delle Foibe. Accuse al Pd

Il consiglio comunale ha approvato la mozione del consigliere di CasaPound Giacomo Melosi, che chiedeva l’intitolazione di una strada o di un altro luogo di miglior prestigio, ai Martiri delle Foibe. Al termine di una lunga discussione, la mozione di CasaPound Italia è stata votata ieri sera dalla quasi totalità del consiglio comunale, fatta eccezione solo per il consigliere del Partito Democratico, Elisa Romoli, che è uscito non partecipando alla votazione e di quello della Lega Nord, Oliviero Franceschi, che non era presente in aula al momento del voto.
“Finalmente ha vinto la civiltà sulla barbarie, la verità sul negazionismo -ha detto Melosi-. Finalmente dopo decenni in cui si è cercato di minimizzare, se non anche di nascondere, le oltre 20mila vittime italiane massacrate dai partigiani slavi di Tito, Pescia avrà un luogo intitolato ai Martiri delle Foibe”.
“Nonostante il Pd abbia palesemente dimostrato come ancora oggi gli infoibati siano da loro considerati vittime di serie B -ha concluso Melosi- ringraziamo tutti i consiglieri, di ogni schieramento, che hanno mostrato grande sensibilità per questa buia pagina della storia d’Italia, censurata e vilipesa per oltre 70 anni”.