Banca di Pescia e Cascina. Insieme si cambia

Banca di Pescia e Cascina è pronta all’assemblea dei Soci che dovrà sancire il suo ingresso nel Gruppo bancario cooperativo Iccrea.

Un appuntamento storico, in programma in seconda convocazione domenica 16 dicembre alle ore 9,30 al Teatro Pacini di Pescia in piazza San Francesco. “La costituzione del Gruppo -ha dichiarato il presidente di Banca di Pescia e Cascina Franco Papini, “aprirà una nuova era per il mondo del credito cooperativo”. “Le modifiche statuarie, la cui approvazione verrà sottoposta al voto dei Soci, daranno il via ad una riforma varata per rispondere in maniera adeguata ai nuovi contesti di mercato, consolidare il sistema del credito cooperativo, rafforzare i requisiti patrimoniali e garantire ancora di più clienti e Soci sulla stabilità della Banca”.

“La nascita del Gruppo –ha quindi affermato Antonio Giusti, direttore generale di Banca di Pescia e Cascina– è una sfida e un’opportunità. Avere alle spalle un Gruppo forte sarà, infatti, un’importante garanzia per tutti. In più Iccrea ci sosterrà nell’introduzione di nuove tecnologie e nella proposta di nuovi prodotti e servizi”.

A chi esprime preoccupazioni sul rischio che questo passaggio possa snaturare l’essenza stessa del modello cooperativo, i vertici di Banca di Pescia e Cascina hanno risposto: “Manterremo i legami con il territorio in cui siamo nati e sviluppati. Se il credito cooperativo vuole essere in grado di affrontare con successo gli scenari futuri non dovrà mai perdere la sua identità”. “Il nostro compito –ha aggiunto Papini– sarà quello di garantire, come abbiamo sempre fatto, l’accesso al credito alle famiglie ed alle imprese locali che fanno la ricchezza del nostro territorio”.

“C’è ancora tanto bisogno di banche di comunità. Nei dieci anni della crisi il modello di banca mutualistica si è confermato resiliente. Le Bcc in Italia hanno accresciuto il patrimonio complessivo, il numero dei Soci e le quote di mercato, migliorato gli accantonamenti prudenziali e ridotto le sofferenze lorde”, ha confermato Giusti.

“Grazie alla sana e prudente gestione aziendale che ci ha contraddistinto negli anni, continueremo ad essere padroni del nostro destino. I nostri Soci continueranno a nominare gli Amministratori, i membri del Collegio Sindacale e, conseguentemente, il Direttore Generale”, ha concluso Papini.

E’ pertanto indispensabile la partecipazione dei Soci all’assemblea prevista in prima convocazione venerdì 14 dicembre alle ore 11,00 e, in seconda convocazione domenica 16 dicembre alle ore 9,30 al Teatro Pacini di Pescia in piazza San Francesco.