Francesco Conforti. “C’è bisogno di trasparenza e onestà”

Francesco Conforti ha ricordato che la lista civica da lui guidata non fu ammessa alle ultime elezioni comunali di Pescia, nel 2014, per errori puramente formali, come luogo e data di convalida delle oltre 170 firme raccolte a sostegno.
Il programma della mia lista si basava su alcuni punti fondamentali, in particolare sull’assistenza ai bisogni primari assoluti dei cittadini in tema di Salute, Casa e Lavoro, temi che purtroppo mantengono ancora, tutti, la loro piena attualità“, ha detto Conforti.
E allora , visto il fiorire di liste civiche di cui si sente oggi parlare, mi sembra opportuno rimarcare l’ importanza di questi temi e valutare se continuare a lavorare su quella stessa Lista allora non ammessa“.
Per l’ex assessore alla Sanità “i programmi possono essere più o meno convincenti “sulla carta”. Ma tutto dipende poi dalle condizioni che si possono creare e dalla credibilità delle persone che si vorranno impegnare su quei programmi, per realizzarli nella pratica.
Con la trasparenza e la onestà di cui c’è un tremendo bisogno, soprattutto dopo le ultime travagliatissime vicende che hanno investito la politica locale e il nostro Comune“.