Franceschi contro i vertici di MeFiT: “Nuove regole? Ma per chi?”

Oliviero Franceschi si scaglia contro i vertici di MeFiT che nei giorni scorsi avevano annunciato nuove regole al mercato dei fiori di via Salvo D’Acquisto istituendo un orario fisso per l’arrivo dei produttori all’area del mercato e per l’inizio delle contrattazioni e delle vendite.

Per chi sono state fatte le regole -ironizza l’ex consigliere comunale-. Sono arrivati anche gli sceriffi sul mercato dei fiori di Pescia?“. Franceschi denuncia poi “l’incapacita della direzione per far applicare le regole che da sempre esistono e anche le sanzioni che da sempre esistono e che basta applicare“. La sensazione è che Franceschi si sia preventivamente confrontato con alcuni operatori del mercato i quali hanno sollevato la questione delle “regole” non senza un pizzico di polemica.

Poi annuncia. In caso di vittoria alle prossime elezioni amministrative “li cambieremo tutti. Là dentro non c’è più modo di lavorare con serenità, e loro sono la causa“. Franceschi si domanda poi cosa servono così tanti vigilantes se “sono state viste persone senegalesi entrare, comprare ed uscire con tutta tranquillità?“. E poi: “Come si può lavorare in una struttura dove chi la dirige e inviso ai più?