L’istituto tecnico Agrario vicino ai problemi dei cambiamenti climatici

Domani, venerdì, i giovani scendono in piazza, seguendo l’esempio di Greta Thunberg, la sedicenne attivista svedese che ha protestato armata contro il cambiamento climatico in atto nel pianeta. Dalla sua iniziativa è nato il movimento Fridaysforfuture (www.fridaysforfuture.org) che ha trasformato la sua protesta in un progetto di mobilitazione globale. L’iniziativa è stata portata all’attenzione del Dirigente Scolastico dell’Istituto agrario Anzilotti, Lucia Maffei, dai rappresentanti degli studenti ed è nata l’idea di due iniziative scolastiche. La prima rivolta agli studenti durante la quale verrà discusso e commentato il recente Rapporto sul Clima coordinato dal Programma ONU per l’Ambiente (UNEP); la seconda è la presenza, in occasione della manifestazione Naturalitas, di una vera eminenza in fatto di tematiche ambientali: il presidente dell’associazione “Zero Waste Europe” Rossano Ercolini, responsabile del Progetto “Passi concreti verso Rifiuti Zero” e coordinatore del Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori, terrà una conferenza aperta al pubblico sul tema del riciclo e soprattutto dell’eliminazione dei rifiuto, parte in causa, per gli altissimi costi di smaltimento, dei cambiamenti climatici e dell’inquinamento globale. Naturalitas, che aprirà le porte tra un mese esatto (13 e 14 aprile) sarà in questa edizione l’occasione per trattare in maniera più approfondita rispetto agli anni scorsi temi legati all’ambiente e all’ecologia.